Making a Festival, Writing a Book

PROGETTO
Making a Festival, Writing a Book

Scrittori in residenza là dove la residenza d’artista è nata.
Residenza per giovani artisti
Realizzato con il contributo di SIAE nell’ambito del progetto “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura (Ed. 2017)”

CALL PER GIOVANI ARTISTI

 

La residenza d’artista è finalizzata a raccontare il dietro le quinte di Taobuk, per offrire un’immagine nuova e diversa del Festival, che vada oltre gli spot e gli interventi promozionali e istituzionali. È un omaggio alle professionalità che operano perché il festival si realizzi e per settimane si spendono intorno ad un progetto forte di promozione e divulgazione letteraria, in un contesto culturale non sempre facile come quello siciliano. E il modo migliore per omaggiare la letteratura e le figure che lavorano intorno alla produzione letteraria è sostenere i giovani talenti, quelli che saranno i protagonisti di domani nelle librerie, nelle scuole, nei festival d’Italia.

L’obiettivo letterario della residenza è la realizzazione di un racconto a più voci del Festival Taobuk, che si tradurrà in una raccolta di racconti brevi che sarà presentata durante il Festival e pubblicata sul sito web di Taobuk.

Il percorso formativo al quale gli artisti in residenza parteciperanno è finalizzato non solo a supportarli nel lavoro di scrittura e di produzione che è obiettivo specifico della residenza, ma anche a potenziare le loro conoscenze e capacità creative.

La residenza si svolgerà in due fasi:

Durante il primo periodo, dal 16 al 22 giugno, i 4 scrittori seguiranno un percorso formativo accompagnato da un tutor: avranno libero accesso a tutte le sedi del festival, sia quelle aperte al pubblico sia quelle riservate all’organizzazione, potranno parlare con lo staff, con i partecipanti, gli sponsor, per raccogliere impressioni e suggestioni. Avranno la possibilità di fare osservazione, reporting. Potranno far riferimento a Casa Cuseni per le attività di scrittura e studio, ma anche alle altre sedi prestigiose del Festival: l’Archivio Storico, la Fondazione Mazzullo – Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, Palazzo Corvaja, ai quali avranno libero accesso nelle ore di apertura delle sedi.

Durante le giornate di Taobuk gli scrittori in residenza potranno prendere parte liberamente alle interviste, ai dibattiti, alle presentazioni dei libri, nel rispetto della partecipazione agli incontri formativi.

I vincitori del bando ammessi alla residenza seguiranno inoltre gratuitamente il laboratorio di scrittura e letteratura organizzato dalla Holden, la scuola di Storytelling & Performing Arts, fondata a Torino nel 1994 da Alessandro Baricco, dal 22 al 24 giugno 2018 a Taormina.

Il corso si terrà dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 14.30 alle 17.30, presso Casa Cuseni, Monumento Nazionale Italiano e residenza storica che in passato ha ospitato Bertrand Russell, Tennessee Williams, David Herbert Lawrence, Ezra Pound e altri celebri artisti. Le due docenti che realizzeranno il corso sono Eleonora Lombardo, che nel corso delle mattinate approfondirà L’uso tecnico dello “spostamento” nella scrittura, ed Evelina Santangelo, che durante i pomeriggi curerà In letteratura tutto è possibile.

Al termine del Festival, venerdì 29 giugno, si terrà un incontro di follow-up per valutare i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi prefissati.

Al termine del percorso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Ecco i racconti dei finalisti

Nadia Anselmo
Nadia Anselmo
Giuliana Leone
Giuliana Leone
Francesca Maruccia
Francesca Maruccia
Sonia Scardaci
Sonia Scardaci