Sarah Zappulla Muscarà

Ordinaria di Letteratura Italiana nell’Università di Catania e presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione ha indirizzato la sua ricerca sui maggiori autori dell’Otto e Novecento tra cui Verga, Capuana, De Roberto, D’Annunzio, Pirandello, contribuendo al recupero di opere e scrittori trascurati come Savarese, Lanza e Stefano Pirandello.
Componente di prestigiosi Comitati scientifici, tra cui quello per le Celebrazioni Pirandelliane e della Fondazione Verga, ha fondato in collaborazione con Vicente González Martín, l’Istituto Italiana di Cultura e l’Ambasciata Italiana di Madrid, l’Associazione degli Italianisti Spagnoli e la “Cattedra Sicilia” a Salamanca. Oltre ai suoi contributi in campo teatrale di rilievo è la fondazione con Enzo Zappulla dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano, nato con lo scopo di preservare il patrimonio letterario e dello spettacolo siciliano.

26/09/2014 - Teatro Antico

Presso il Teatro Antico, alle ore 19.30, Vincenzo Pirrotta e Galatea Ranzi leggeranno brani del carteggio Federico De Roberto e Ernesta Valle “Si dubita sempre delle cose più belle” a cura di Sara Zappulla Muscarà e Enzo Zappulla.