Gigi Riva

È caporedattore centrale del settimanale L’Espresso. Da inviato speciale de Il Giorno ha seguito tutte le guerre balcaniche degli anni Novanta. Ha scritto i libri: Jugoslavia il nuovo Medioevo (Mursia, 1992, con Marco Ventura); L’Onu è morta a Sarajevo (Il Saggiatore 1995, con Zlatko Dizdarevic); I muri del pianto (Utet – De Agostini, 2006); il romanzo Le dernier pénalty (Editions du Seuil, Parigi, 2016, poi uscito in Italia da Sellerio, col titolo L’ultimo rigore di Faruk). Ha scritto soggetto e sceneggiatura dei film Il Carniere (Premio Amidei per la sceneggiatura e nomina al David di Donatello sempre per la sceneggiatura, 1997), Nema problema (2004) e Il sorriso del capo (2011).
L’ultimo rigore di Faruk (Sellerio, 2016). Racconta la disgregazione della penisola Balcanica partendo da un tiro fatale, sbagliato ai Mondiali di Calcio del 1990 a Firenze da Faruk Hadžibegić, capitano dell’ultima nazionale della Jugoslavia unita. La partita contro l’Argentina di Maradona nei quarti di finale portò all’eliminazione di una squadra dotata di talento, ma dilaniata da odi etnici. La leggenda popolare vuole che un’eventuale vittoria nella competizione avrebbe contribuito al ritorno di un nazionalismo jugoslavista e scongiurato il crollo che si è poi prodotto. Attraverso la vita del protagonista e dei suoi compagni si specchia la disgregazione della Jugoslavia e la spregiudicatezza dei suoi leader politici.

16/09/2016 - Fondazione Mazzullo

Gigi Riva presenterà la sua ultima pubblicazione, “L’ultimo rigore di Faruk” (Sellerio, 2016), alle ore 19.00.