Edoardo Albinati

Nato a Roma nel 1956, da oltre vent’anni lavora come insegnante nel penitenziario di Rebibbia, esperienza narrata nel diario Maggio selvaggio. Suoi reportage dall’Afghanistan e dal Ciad sono usciti su Corriere della Sera, Repubblica e The Washington Post. Ha scritto sceneggiature per il cinema, in particolare per i registi Matteo Garrone e Marco Bellocchio. Tra gli ultimi romanzi pubblicati: Svenimenti (Einaudi, 2004), Tuttalpiù muoio con Filippo Timi (Fandango, 2006), Vita e morte di un ingegnere (Mondadori, 2012) e La scuola cattolica (Rizzoli), libro vincitore del Premio Strega 2016. Tra le raccolte di poesia: Sintassi italiana (Guanda, 2002).
La scuola cattolica (Rizzoli, 2016). Roma, anni Settanta. Appena lasciato il liceo, alcuni ex alunni vengono scoperti essere autori di uno dei più clamorosi crimini dell’epoca, il delitto del Circeo. Albinati era un loro compagno di scuola e per quarant’anni ha custodito i segreti di quella mala educacion. Da questo spunto prende vita un romanzo, che sbalordisce per l’ampiezza dei temi e la varietà di avventure grandi o minuscole. Adolescenza, sesso, religione e violenza; il denaro, l’amicizia, la vendetta; professori mitici, preti, teppisti, piccoli geni e psicopatici, fanciulle enigmatiche e terroristi.

13/09/2016 - Archivio Storico

Edoardo Albinati sarà presente alla discussione sul tema #GliAltriSiamoNoi, ore 18.00. Mentre alle ore 20.00, parlerà della sua ultima pubblicazione, “La scuola cattolica”(Rizzoli, 2016), diario intimo della società italiana dagli anni Settanta ad oggi.