Alessandro D’Avenia

Alessandro D’Avenia, giovane palermitano, è innanzitutto un professore che ama il proprio lavoro; ma è anche scrittore, sceneggiatore e autore di un blog. Nato il 2 maggio 1977, terzo di sei figli, frequenta il liceo classico Vittorio Emanuele II. Qui ha la fortuna di avere come insegnante Don Pino Puglisi, conoscenza che influenza e determina profondamente le sue scelte personali e professionali, e il professore di lettere Mario Franchina, che fa nascere in lui il desiderio di diventare insegnante regalandogli un libro di poesie di Friedrich Hölderlin. Diciottenne, frequenta l’università La Sapienza di Roma, dove consegue la laurea in lettere classiche, per poi vincere il dottorato di ricerca a Siena. La sua vera vocazione è l’insegnamento: durante il dottorato, è per tre anni professore in una scuola media; questa passione lo porta a frequentare la scuola di specializzazione per l’insegnamento secondario. Nel 2006 frequenta un master in produzione cinematografica a Milano. Attualmente è professore di greco e latino. Il suo romanzo d’esordio, Bianca come il latte, rossa come il sangue(2010) diventa immediatamente un best seller internazionale, arrivando nelle sale cinematografiche tre anni più tardi. Seguono i romanzi Cose che nessuno sa (2011) e Ciò che l’inferno non è (2014), dedicato proprio a Don Pino Puglisi.

25/09/2015 - Piazza IX Aprile

Alessandro D’Avenia presenta il suo libro “Ciò che inferno non è” dopo i saluti di Giacomo d’Arrigo, Direttore Agenzia Nazionale per i Giovani.