L’inchiostro e lo sguardo. Immagini di due testimoni del Novecento

L'inchiostro e lo sguardo, mostra fotografica a cura di Roberta Scorranese, Giuseppe Stagnitta, Antonella Ferrara e Nicolaj Pennestri

25 giugno - 30 luglio 2017 - Palazzo Duchi di Santo Stefano, Taormina

L’Italia dei grandi scrittori, l’Italia dell’editoria d’avanguardia, l’Italia dei personaggi che hanno costellato il secolo scorso. La mostra «L’inchiostro e lo sguardo – Immagini di due testimoni del Novecento» unisce suggestioni letterarie e visive, con una ricca selezione di fotografie firmate da due tra i maggiori protagonisti dell’editoria: Giulio Bollati e Inge Feltrinelli. Nelle sale del Palazzo dei Duchi di Santo Stefano di Taormina rivivranno i ritratti di Italo Calvino, di Elio Vittorini, di Giulio Einaudi, di Natalia Ginzburg e molti altri (colti dallo spirito intelligente e anticonformista di Giulio Bollati). Ma ci saranno anche le istantanee di Hemingway che dorme, di Gary Cooper che sorseggia un aperitivo, di una Simone de Beauvoir sorridente e di tanti altri ancora, tutti catturati dall’obiettivo di Inge Feltrinelli. 
Nell’anno in cui il festival Taobuk dedica questa edizione al tema “Padri e Figli”, riflettendo quindi anche su un concetto difficile come la trasmissione di un’eredità, le fotografie di Bollati e di Feltrinelli partono dal passato e ci riavvitano al presente con la dolcezza evocativa del bianco e nero o dei colori sbiaditi delle vecchie macchine fotografiche. Come a ricordarci che siamo tutti figli di quel Secolo Breve fatto (anche) di coraggio intellettuale.