Gabriella Ferrera

Si muove fin da bambina in un meraviglioso mondo creativo: dall’infanzia fra gli scampoli di stoffa e le regole del taglio nell’atelier di famiglia, all’approccio adulto con i materiali difficili ma non impossibili da indossare. Spronata da una famelica curiosità, Gabriella ricerca, sperimenta, osa, compie piccoli ma importanti passi rispetto al concetto di abito. Prende così forma l’imperativo categorico di trasferire le novità pittoriche e scultoree direttamente sul corpo che diventa supporto per quadri corporei. In una delle sue intuizioni creative, “Catania da indossare” , racconta la sua città tramite la scultura corporea. Per Gabriella tutto può affidarsi alla moda, intesa come nuovo mezzo di divulgazione di un messaggio culturale e di valorizzazione. Stimolata da qualsiasi sussulto creativo, fonda a Catania – insieme al marito Marco Aloisi – Harim Accademia Euromediterranea.

27/06/2017 - Fondazione Mazzullo

Interverrà all’appuntamento Trame di storia. Una tessitura di famiglia: due generazioni di donne nell’alta moda. Curiosità, intuizione e creatività attraverso due generazioni di donne, che hanno esaltato la Sicilianità ai massimi livelli.